La storia di Matteo Messina Denaro e altri titoli che parlano di mafia

Audiolibri-Podcast-Mafia
17.01.23

Il capo di Cosa Nostra Matteo Messina Denaro è stato finalmente arrestato. I podcast Audible ripercorrono la storia del boss e raccontano dinamiche, crimini e personaggi della mafia.

Dopo 30 anni di latitanza, il 16 gennaio 2023 è stato finalmente arrestato Matteo Messina Denaro, uno dei criminali più pericolosi al mondo e considerato il capo di Cosa Nostra. In un giorno storico, grazie al lavoro dei carabinieri del Ros e della procura di Palermo, il superlatitante è stato catturato in una clinica di Palermo.

Ricercato dal 1993 per i reati di associazione mafiosa, omicidio, strage, devastazione, detenzione e porto di materiale esplosivo, responsabile di decine di sanguinosi attentati, Messina Denaro è stato infine trovato proprio nel cuore della sua isola, di quel territorio che troppo a lungo ha dovuto fare i conti con la follia mafiosa.

Per saperne di più su Matteo Messina Denaro, sulle vittime della mafia, sui personaggi chiave dell’organizzazione criminale e quelli che hanno lottato per sconfiggerla, su Audible trovi alcuni podcast e audiolibri imperdibili.

L’isola di Matteo Messina Denaro, di Matteo Caccia

Il podcaster Matteo Caccia propone in questa appassionante serie un viaggio on the road nella Sicilia occidentale, una terra splendida quanto misteriosa, seguendo le tracce di uno dei mafiosi più pericolosi del mondo: Matteo Messina Denaro. Matteo Caccia si chiede che fine abbia fatto il padrino di Castelvetrano, l’uomo senza scrupoli e amante della bella vita, colpevole di tanti brutali crimini, dai feroci attentati in varie città italiane a omicidi raccapriccianti di donne e bambini. Per provare a conoscere meglio questo personaggio, Matteo Caccia parte dalle sue radici, dal suo territorio, accompagnato dal regista e sound designer Luca Micheli e da Giacomo di Girolamo, giornalista e scrittore che si occupa da sempre di temi di mafia e autore de L’invisibile. Matteo Messina Denaro, un ritratto del capo mafia.

I 10 episodi de L’isola di Matteo raccontano luoghi, persone, padrini di Cosa Nostra, omicidi, affari illeciti, ma soprattutto la vita di un uomo che non vuole essere chiamato eroe ed è stufo che le cose non cambino: Giacomo di Girolamo. Un modo per conoscere una Sicilia sconosciuta ai più e apprendere informazioni fondamentali sulla storia della mafia e quella di tutta l’Italia.

La storia della mafia attraverso gli occhi delle Armisanti

Armisanti! Vite mafiose e morti ordinarie

Autore:
Alessia Rafanelli, Gaetano Pecoraro
Narratore:
Gaetano Pecoraro
Lunghezza:
NaN:NaN

Il giornalista Gaetano Pecoraro conosce bene Matteo Messina Denaro; nel 2022 gli ha infatti dedicato il libro Il male non è qui, in cui racconta la storia dell’inseguimento dell’uomo più ricercato d’Italia.

In questo podcast invece, Gaetano Pecoraro si concentra sulle vittime della mafia; quelle meno famose, sulle quali a distanza di anni si sa ancora poco, morte in circostanze spesso ancora da chiarire, e che hanno avuto l’unica colpa di essersi trovate loro malgrado nella traiettoria vitale dei boss mafiosi. È proprio alle "armisanti", a queste anime sante in eterna attesa di giustizia, che l’autore dedica la serie. Per manetenere vivo il loro ricordo e provare a dar loro un po’ di pace, ricostruendo le loro tragiche vicende e facendo luce sui troppi misteri che circondano la loro morte.

Roberto Saviano racconta la storia di chi si è opposto alle organizzazioni criminali

Le mani sul mondo. Serie Completa: Le mani sul mondo 1-24

Autore:
Roberto Saviano
Narratore:
Roberto Saviano
Lunghezza:
8:18
Serie:
Le mani sul mondo

Nel podcast Le mani sul mondo, Roberto Saviano racconta le storie di chi ha provato con tutte le proprie forze ad opporsi ai boss e ai grandi traffici malavitosi di tutto il mondo, pagando la ricerca della verità e della giustizia con la propria vita.

Lo scrittore e giornalista che è divenuto il simbolo di tutti quelli che hanno scelto di denunciare i crimini mafiosi a scapito della loro libertà, ripercorre in questo lungo podcast gli ultimi decenni della malavita mondiale partendo dalle vicende delle persone non ha avuto paura di mettersi contro il crimine. Oltre a voler ricordare chi non c’è più e la cui unica colpa è stata non volersi sottomettere all’ingiustizia, Saviano sceglie di far parlare altri protagonisti della mafia che svelano meccanismi inediti di funzionamento e arricchimento delle organizzazioni e di toccare altri temi troppo spesso sottovalutati ma che sono parte del problema, come la situazione delle carceri e la legalizzazione delle sostanze stupefacenti.

Giornalisti che muoiono per aver raccontato ciò che succede nella terra dei Narcos, nel violentissimo Messico che è il regno di “El Chapo” Guzmàn, e in quella delle gang salvadoregne; i complessi equilibri di Scampia, territorio in mano al clan Di Lauro, raccontati dal braccio destro del boss di Secondigliano; e poi la vicenda di Anna Politkovskaja, giornalista ammazzata per essere andata contro Putin, la lotta del giudice Falcone e quella di Daphne Caruana Galizia, uccisa per “proteggere” la fortezza economica maltese. 24 storie che fanno rabbrividire e riflettere su quanto ancora ci sia da lavorare per salvaguardare la libertà di espressione e combattere la mafia con tutti i mezzi possibili.

Il racconto del più grande processo mai realizzato a Cosa Nostra

Maxi: Il processo che ha sconfitto la mafia

Autore:
Roberto Saviano
Narratore:
Roberto Saviano
Lunghezza:
NaN:NaN

Dopo Le mani sul mondo, Roberto Saviano torna su Audible con un podcast che parla di mafia, scritto in collaborazione con Massimiliano Coccia, giornalista di Radio Radicale e l’Espresso specializzato in inchieste sulla criminalità organizzata. Questa volta, Saviano racconta il macro-evento che ha fatto da spartiacque nella storia della mafia: il Maxiprocesso di Palermo, il processo per crimini di mafia durato dal 1986 al 1992 e considerato il più grande processo penale mai celebrato al mondo.

In 10 episodi l’autore ricostruisce, attraverso l’analisi di un’incredibile mole di documenti e l’utilizzo degli audio dell’epoca, questo avvenimento che cambiò tutto, stabilendo ufficialmente l’esistenza della mafia e segnando l’inizio della fine di Cosa Nostra. Per Saviano infatti, che ha dichiarato che fare un podcast sul Maxiprocesso era sempre stato il suo sogno, per rendersi conto della portata di questo evento storico è importante ascoltarne le parole più che leggerle, soprattutto per i ragazzi e le ragazze che non hanno idea di ciò che questo processo ha significato. “Il più incredibile buco spazio temporale voluto da una quantità di talenti che si sono ritrovati a Palermo, Falcone, Borsellino, Di Lello, Guarnotta, Giordano, Ayala, Grasso, un elenco infinito di persone che si resero conto che quel momento, quello spazio, sarebbe stato l’unico possibile per poter raccogliere tutti i reati che aveva commesso la mafia, metterli insieme e dimostrare la sua esistenza”.

Un podcast dettagliato, chiaro e avvincente, consigliato a tutti coloro che vogliano ricostruire e rivivere un pezzo di storia italiana in maniera precisa. La grafica originale della serie, composta da 10 episodi, è di Makkox e la sigla di Fulminacci.

Per continuare ad approfondire i fatti del Maxiprocesso puoi ascoltare anche la lezione di storia dedicata a questo evento e all’anno 1986, a cura di Salvatore Lupo.

Potrebbe interessarti anche: I migliori podcast tutti da ascoltare

La storia di Ultimo

Ultimo Capitano Ribelle. Serie completa: Ultimo Capitano Ribelle 1-7

Autore:
Diego Cugia
Narratore:
Diego Cugia, Capitano Ultimo
Lunghezza:
3:46
Serie:
Ultimo Capitano Ribelle

Giacomo “Jack” Folla è un dj condannato a morte negli Stati Uniti per aver ucciso un senatore; a Jack viene permesso di trasmettere su una radio italiana tutta la musica che ha amato durante la sua vita, e con questa trasmissione si fa amare dal pubblico. Cosa c’è di strano in questa storia? Che Jack in realtà non esiste, è un personaggio di fantasia ideato dal giornalista, scrittore e autore radiotelevisivo Diego Cugia. Per Audible, Cugia ha scelto di fare uscire il suo Jack dal territorio musicale e farlo incontrare, nel braccio della morte dove è rinchiuso nell’Indiana, con l’amico d’infanzia Ultimo. Se sei tra i pochi a cui questo nome non dice nulla, ti ricordiamo che capitano Ultimo è il carabiniere che è riuscito a catturare, tra mille difficoltà e pericoli, Totò Riina, il capo dei capi, l’uomo più potente di Cosa Nostra.

In questa lunga chiacchierata, Ultimo affida le sue memorie all’amico Jack, cosciente che le confidenze moriranno con lui, spaziando tra vari episodi cardine della sua storia professionale e personale: dalla morte del suo maestro “Falco”, il giudice Falcone, ai ricordi d’infanzia fino ai preziosi insegnamenti del generale Dalla Chiesa e la caccia ai suoi killer mafiosi. Ultimo si sofferma anche sull’abbandono da parte dello Stato, che invece di proteggerlo dai nemici che lo volevano morto, come il boss Leoluca Bagarella, gli tolse la scorta, e sul voltafaccia di tanti suoi colleghi un po’ troppo ligi a gerarchie militari e burocrazia. Una vita incredibile passata a combattere la criminalità organizzata quella di Ultimo, macchiata purtroppo dalla declassazione e dai successivi processi per favoreggiamento mafioso. Nonostante tutti i tentativi di screditare la sua persona, Ultimo resta indiscutibilmente un eroe popolare che ha cambiato la storia del nostro Paese, e Jack Folla è il miglior interlocutore che possa desiderare.

La cattura di Totò Riina

La cattura: L'operazione che portò all'arresto di Salvatore Riina

Autore:
Mauro Pescio
Narratore:
Francesco Montanari, Stefano De Sando, Gino La Monica, Emiliano Coltorti, Stefano Crescentini, Alessandro Quarta, Guido di Naccio, Simone Mori, Elio Zamuto, Andrea Mete
Lunghezza:
NaN:NaN

Questo audiodramma originale Audible in 14 episodi tratta uno dei fatti di storia contemporanea più raccontati dai media: la cattura del boss dei boss, il capo dei capi, l’uomo che è stato paragonato al diavolo e soprannominato La bestia, Totò Riina. Una storia che nella serie inizia ad essere raccontata dalla sera dell’8 gennaio 1993, quando in una remota provincia del nord ovest, sul ciglio di una strada qualsiasi due carabinieri fermano un automobile per un semplice controllo di documenti. Una settimana dopo, il 15 gennaio 1993, Totò Riina viene arrestato dopo 24 anni di latitanza. L’audiodramma, scritto dall’autore radiofonico e teatrale Mauro Pescio e interpretato da 20 bravissimi narratori, tra cui Francesco Montanari nel ruolo del capitano Ultimo, si ispira a fatti realmente accaduti, anche se i dialoghi e gli avvenimenti raccontati sono frutto della fantasia dell’autore, che ha romanzato le vicende dei personaggi.

Un nuovo avvincente racconto di una settimana decisiva per la mafia corleonese e i suoi protagonisti, i buoni e i cattivi, che prendono vita e acquisiscono nuove sfumature grazie alla capacità narrativa dell’autore e alle interpretazioni dei narratori.

Il narcotraffico raccontato da un meccanico nautico

La piena: Il meccanico dei narcos

Autore:
Matteo Caccia, Mauro Pescio
Narratore:
Matteo Caccia
Lunghezza:
6:38
Serie:
La Piena. Il meccanico dei narcos
Podcast

Il fatto che sia uno dei podcast più ascoltati e amati dal pubblico Audible dovrebbe già darti un indizio della sua qualità. Se ti piacciono le storie che hanno al centro protagonisti incredibili, narrate con grande abilità e coinvolgimento, apprezzerai particolarmente l’abilità di Matteo Caccia come storyteller.

In questo caso il personaggio è Gianfranco Franciosi, meccanico nautico ligure di grandissimo talento, che viene ingaggiato dai narcotrafficanti bisognosi di imbarcazioni per il trasporto di stupefacenti. Grazie alla sua denuncia e alla collaborazione con la polizia, come infiltrato Franciosi ha permesso alle forze dell’ordine di portare a termine il più grande sequestro di cocaina della storia europea. Sembra un romanzo ma non lo è, anche se ascoltando il podcast avrai spesso il dubbio di trovarti immerso in una novella. Merito dello stile dell’autore e delle incredibili vicende, ricche di colpi di scena, del suo protagonista. Un racconto travolgente che ti farà dimenticare tutto il resto.

Audiolibri sulla mafia

La mafia del Brenta: La storia di Felice Maniero e del Veneto che si credeva innocente

Autore:
Arianna Zottarel
Narratore:
Roberta Barbiero
Lunghezza:
4:46
versione integrale

Se pensi che la mafia sia solo una “questione meridionale”, probabilmente non conosci la storia della Mala del Brenta, la prima e unica organizzazione mafiosa nata e cresciuta al nord Italia. Capeggiata dal boss Felice Maniero, un leader con un profilo psicologico peculiare, la mafia del Brenta iniziò ad operare negli anni 70 e controllò per molti anni la malavita nella zona del Triveneto, fino a sparire del tutto smantellata proprio dal suo stesso capo, che decise di collaborare con la giustizia. In questo audiolibro, scritto da Arianna Zottarel, sociologa della criminalità organizzata, si spiegano le origini e l'evoluzione di questa organizzazione criminale così particolare e autonoma nel contesto nazionale, capace di mettere a segno rapine spettacolari, organizzare rapimenti, omicidi e controllare il traffico d’armi.

Un ascolto istruttivo che si prefigge di indagare a fondo le ragioni culturali, politiche e sociali che hanno permesso la penetrazione così capillare della mafia del Brenta nel contesto veneto.

La scelta di Lea: Lea Garofalo. La ribellione di una donna della 'ndrangheta

Autore:
Marika Demaria
Narratore:
Viola Graziosi
Lunghezza:
4:19
versione integrale

Quella di Lea Garofalo è la storia di una donna che seppe opporsi alla mafia e per questo venne uccisa. Cresciuta in una famiglia della ‘ndrangheta calabrese, nel 2002 Lea decise di denunciare i traffici loschi dell’ex compagno e padre di sua figlia Denise, Carlo Cosco, a capo di un sistema mafioso che si diramava fino a Milano. A soli 28 anni, la donna si rivolse così ai carabinieri, ma le sue denunce e il programma di protezione testimoni non servirono a proteggerla dalla vendetta mafiosa: Lea venne rapita a Milano, strangolata e carbonizzata. È Marika Demaria a raccontare la triste vicenda di Lea, con la conoscenza approfondita della storia che le deriva dall’essere stata l’unica giornalista ad aver seguito tutto il processo. Marika ripercorre la vita di Lea e quella della figlia attraverso gli atti delle udienze, con uno stile così vivido che ti sembrerà di trovarti nell’aula di tribunale con lei.

Una forma di ricordare il coraggio di una donna e mantenere vivo il suo esempio, e ribadire che chi sceglie di ribellarsi alla mafia deve essere protetto e tutelato in tutti i modi possibili.

Nel labirinto degli dèi: Storie di mafia e di antimafia

Autore:
Antonio Ingroia
Narratore:
Davide Marzi
Lunghezza:
4:52
versione integrale

Quando, negli anni ‘80, Antonio Ingroia si laureò in giurisprudenza con una tesi di diritto penale sull’associazione mafiosa, le sue aspirazioni erano già chiare. Dopo aver lavorato a stretto contatto con Falcone e Borsellino, Ingroia è stato per molti anni magistrato della procura di Palermo, portando avanti numerosi processi volti a combattere la criminalità organizzata. Sono questi procedimenti che Ingroia racconta nell’audiolibro Nel labirinto degli Dei, azioni che hanno un obiettivo comune: uscire dal labirinto che ci tiene prigionieri e ribadire un concetto ovvio quanto sottovalutato, ovvero che la legge è uguale per tutti.

Le terribili vicende mafiose degli anni ‘90, che sono tra gli accadimenti più rilevanti della storia italiana recente, fanno parte del bagaglio personale di Ingroia, che testimonia con il suo lavoro la voglia e la speranza di un’Italia più giusta e libera dalla mafia.

Romanzo mafioso. L'ascesa dei Corleonesi: Romanzo mafioso 1

Autore:
Vito Bruschini
Narratore:
Alberto Angrisano
Lunghezza:
3:18
Serie:
Romanzo mafioso
versione integrale

Vito Bruschini è un giornalista professionista che nel corso della sua carriera si è occupato spesso di mafia, stragi, bande criminali e personaggi controversi. In questo romanzo a puntate, composto da cinque audiolibri, l’autore racconta l’epopea dei Corleonesi: dalla nascita del clan a Corleone ad opera di due giovani contadini, Ninuzzo e Saro, la conquista violenta di Palermo, la divisione tra i due fondatori, la lotta per impossessarsi di Cosa Nostra e far fuori il suo capo supremo, Stefano Bontà, il maxiprocesso contro la mafia e la vendetta del boss Saro, i suoi tentativi per costringere lo stato a scendere a patti con il clan e, infine, la sua caduta e cattura. Un’ottima ricostruzione dell’ascesa di Totò Riina, raccontata in forma romanzata ma fedele alle testimonianze dei pentiti ed esperti di Cosa Nostra. A giudicare dalle recensioni in gran parte positive, sembra che gli utenti Audible abbiano apprezzato molto la proposta.

L'agenda rossa di Paolo Borsellino

Autore:
Giuseppe Lo Bianco, Sandra Rizza
Narratore:
Ninni Bruschetta
Lunghezza:
6:26
versione integrale

L’audiolibro di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza narra con rigore, dovizia di dettagli e una scrittura di grande finezza gli ultimi 56 giorni di vita del magistrato Paolo Borsellino. I fatti di cronaca, la drammatica quotidianità, le riflessioni (purtroppo andate perse con la sua agenda nell’attentato di via D’Amelio) di un uomo così onesto e giusto da essere un esempio per chiunque. Un uomo la cui storia lascia un fortissimo amaro in bocca e disgusto per la sua fine, ma che chiede a gran voce di non essere dimenticata. Questo volume che dovrebbe essere ascoltato da tutti i cittadini italiani, per garantire un’informazione completa e giusta su fatti orribili che fanno parte della storia italiana. Il narratore Ninni Bruschetta riesce a riportare in vita i personaggi con un’interpretazione estremamente convincente.

A mano disarmata: Cronaca di millesettecento giorni sotto scorta

Autore:
Federica Angeli
Narratore:
Giusy Frallonardo
Lunghezza:
10:00
versione integrale

Federica Angeli è una cronista di La Repubblica che vive a Ostia e ha deciso di denunciare i soprusi dei clan locali. Da quando ha rivelato al mondo i loro loschi traffici ha ricevuto minacce di morte ed è costretta a vivere sotto scorta. Nonostante la sua vita sia stata del tutto stravolta, tema per la sua famiglia e abbia paura per la sua incolumità, Federica è sempre stata decisa ad andare fino in fondo e il suo coraggio ha dato i suoi frutti: 51 persone appartenenti a vari gruppi mafiosi sono state arrestate nel 2013 con accuse quali estorsione, corruzione e omicidio. Ma come è riuscita Federica a portare avanti una vita normale e a non cedere al ricatto della paura? Lo racconta in queste pagine vivide, attuali e dure. Un esempio di coraggio che invita a non perdere la speranza.