Gli ascolti per la festa del papà

Bearded man wearing a red mask and red cape flexes his arm muscles in a super hero pose with a serious face
17.03.20

La festa del papà è dietro l’angolo, e quest’anno la festeggiamo #ACasaConAudible consigliandoti i titoli imperdibili che parlano della relazione tra padri e figli.

Passare tante ore in casa significa non solo avere la possibilità di dedicarsi ad attività normalmente lasciate da parte per mancanza di tempo o motivazione, ma anche fare i conti con la gestione delle relazioni familiari, le cui dinamiche cambiano nel momento in cui ci si ritrova tutti sotto lo stesso tetto a condividere momenti e situazioni a cui non si è abituati oppure al contrario a stare forzatamente lontani. Visto che il 19 marzo si festeggia la festa del papà, è una buona occasione per ascoltare titoli che ruotano intorno al ruolo del padre e all’educazione dei figli, tema centrale di molti romanzi, racconti e saggi. Dai grandi classici della letteratura fino a testi psicologici e dialoghi tra generazioni, ecco i nostri spunti per i figli che vogliono regalare ai propri papà la possibilità di scoprire audiolibri che li riguardano da vicino, ma anche godersi insieme ascolti che fanno riflettere e emozionare. Tanti auguri a tutti i papà eroici che celebreranno questo giorno speciale a casa!

Il padre è nudo: Tutto quello che gli uomini non dicono

Autore:
Stefano D'Andrea
Narratore:
Valerio Amoruso
Lunghezza:
10:41
versione integrale

Se hai un amico che sta per avere un figlio, questo ascolto è il regalo perfetto per lui. Nonostante i cambi generazionali e l’idea (fortunatamente) sempre più diffusa che il padre può e deve avere un ruolo centrale nell’allevamento dei figli, la paternità è ancora un argomento tabù tra uomini; quando un futuro papà parla con i suoi amici nessuno si sofferma a raccontare sinceramente le emozioni, i problemi, le gioie che accompagnano un cambio di vita così grande, mentre le mamme hanno a disposizione un’infinità di spazi per parlare di ciò che le accade. Un papà che si prende cura di suo figlio non è straordinario, non è un mammo né un eroe, è semplicemente un padre; è questo il messaggio che vuole ribadire forte e chiaro Stefano D’Andrea, scrittore milanese e animale social, che racconta nel suo libro cosa significhi essere un papà contemporaneo che sceglie di essere presente in tutto e per tutto durante la gravidanza della compagna, la nascita e ai primi anni di vita della figlia Margherita. Irriverente e ironico, l’audiolibro letto da Valerio Amoruso è ricco di testimonianze dalla quotidianità come genitore, che danno vita a un inedito manuale d’istruzioni leggero ma utile.

Il razzismo spiegato a mia figlia

Autore:
Tahar Ben Jelloun
Narratore:
Ascanio Fiori
Lunghezza:
6:59
versione integrale

Per tutti i genitori arriva il momento, temuto e atteso in parti uguali, in cui il proprio figlio inizia a fare domande imbarazzanti. Imbarazzanti perché, nella loro semplicità e ingenuità, mettono a nudo l’ipocrisia dell’adulto e lo costringono a fare i conti con il proprio modo di pensare e agire, spesso incomprensibile agli occhi dei più piccoli. Si dice che il miglior modo di educare i figli è con l’esempio, per questo è così importante parlare in famiglia, il prima possibile, dei valori che si ritengono più importanti e dare risposte sincere e articolate ai dubbi dei bambini. In questo caso si tratta di una domanda difficile (che cos’è il razzismo?) posta da una figlia curiosa, a cui il padre, che ben conosce la problematica, da una risposta semplice e incisiva. Tahar Ben Jelloun è uno scrittore, poeta e autore di saggi marocchino, e il volume Il razzismo spiegato a mia figlia, del 1997, è il suo bestseller più conosciuto. Il razzismo è tra i temi più cari a Jelloun, che qui ribadisce l’importanza dell’educazione per sradicare questo male sempre attuale, contrapposta a ignoranza e superficialità. Razzisti non si nasce, si diventa, e questo audiolibro può essere un validissimo strumento per i papà che vogliano riflettere insieme ai propri figli su quanto gli esseri umani siano sì diversi tra loro, ma solo perché unici e irripetibili.

I fratelli Karamazov 1

Autore:
Fëdor Dostoevskij
Narratore:
Oliviero Cappellini
Lunghezza:
9:45
Serie:
I fratelli Karamazov
versione integrale

Che tipo di padre è Fëdor, personaggio al centro della storia narrata da Dostoevskij in uno dei più grandi capolavori della letteratura ottocentesca, I fratelli Karamazov? Un incosciente, un uomo orribile, a cui interessa solo soddisfare i più bassi istinti carnali e che per appagare i suoi sensi è disposto anche a passare sopra ai suoi discendenti. Insomma un personaggio senza traccia di umanità né moralità, con cui devono fare i conti i quattro figli Alëša, Dmitrij, Ivan e Smerdjakov, molto diversi tra loro ma accomunati dal contrasto con il padre tirannico. Al di là della negatività della sua figura, Fëdor è indubbiamente uno dei “padri” più memorabili della storia della letteratura, e questa è un’opera fondamentale di quelle da gustare almeno una volta nella vita, che acquisisce nuova linfa e vitalità grazie alla lettura dalle mille voci di Oliviero Cappellini, premiata con una valutazione media di 4,8 su 5 dagli ascoltatori Audible.

Gli sdraiati

Autore:
Michele Serra
Narratore:
Claudio Bisio
Lunghezza:
2:45
versione integrale

Anche se il percorso dei genitori è costellato di sfide, come quella di cui abbiamo parlato più sopra della fase dei “perché”, la tappa dell’adolescenza è senza dubbio una delle fasi più dure da affrontare. L’incomunicabilità tra due mondi costretti a convivere senza comprendersi, la fatica degli adulti di decidere come agire davanti a questo muro senza avere istruzioni che spiegano qual è la cosa giusta da fare, la necessaria ricerca della propria individualità anche attraverso la ribellione dei ragazzi… tutti ingredienti di un gap generazionale che può mettere a dura prova la relazione padre/figlio. In questo agile volume autobiografico, lo scrittore e giornalista satirico Michele Serra descrive in modo ironico il rapporto tra un padre e il figlio adolescente, con un lessico leggero che riesce a trasmettere lo smarrimento e la dolcezza di un genitore che potresti essere tu. Se stai attraversando questa età burrascosa o magari vuoi far sorridere tuo padre ricordandogli quella tappa della vostra vita, Gli sdraiati è una scelta azzeccata che lo farà sorridere con la giusta dose di malinconia. L’interpretazione di Claudio Bisio sembra cucita su misura sulle parole di Serra, e il risultato è una lettura spettacolare e azzeccatissima, premiata dagli ascoltatori con una valutazione di 4,8 su 5 stelle.

Il buio oltre la siepe

Autore:
Harper Lee
Narratore:
Alba Rohrwacher
Lunghezza:
12:19
versione integrale

Atticus è un padre single che dopo aver perso la moglie si trova a dover tirar su da solo il figlio Jem e la figlia Scout, ai quali insegna valori e principi fondamentali come l’importanza dell’educazione, il rispetto verso gli altri e l’uguaglianza tra tutti gli esseri umani. Potrebbe sembrare la descrizione di un padre qualsiasi, se non fosse che siamo negli anni ‘30 nel profondo Sud degli Stati Uniti, e Atticus e la sua famiglia si trovano immersi in una società nella quale il razzismo è una realtà indiscutibile accettata da (quasi) tutti. In questo contesto, Atticus si troverà a difendere un lavoratore di colore ingiustamente accusato di violenza sessuale verso una ragazza bianca; oltre ad essere una delle opere più lette nelle scuole, ancora considerata indispensabile per la formazione dei giovani a quasi cent’anni di distanzada i fatti narrati, Il buio oltre la siepe ci regala anche un grandissimo personaggio paterno, interpretato nella versione cinematografica dall’indimenticabile Gregory Peck. Se papà è il tuo eroe, ascoltare insieme questo audiolibro potrebbe essere un fantastico modo per farglielo capire. Su Audible è disponibile dello stesso autore anche Va’, metti una sentinella.

Auschwitz spiegato a mia figlia

Autore:
Graziano Di Benedetto
Narratore:
Graziano Di Benedetto
Lunghezza:
0:20
versione integrale

Saresti in grado di spiegare a tua figlia il perché del genocidio degli ebrei? Come è possibile parlare di un orrore così grande e incomprensibile con parole semplici e chiare? Forse una risposta definitiva non c’è, ma il punto è provarci, per essere sicuri che i nostri figli conoscano la storia, soprattutto nei suoi risvolti più duri, e che non si perda mai la memoria di ciò che è stato. Anche se le risposte sono solo ipotesi, l’autore le formula senza censure, in modo scorrevole e essenziale; lui e la figlia recitano insieme con emotività questa pièce teatrale in atto unico, che in 20 minuti ci ricorda l’importanza della comunicazione con le nuove generazioni sulla tragedia della Shoah.

Storie di padri e figli: Le indagini di Pepe Carvalho 10

Autore:
Manuel Vázquez Montalbán
Narratore:
Alessandro Budroni
Lunghezza:
4:16
Serie:
Le indagini di Pepe Carvalho
versione integrale

3 brevi storie che hanno come protagonista il detective di Barcellona amante della buona cucina Pepe Carvalho, il personaggio simbolo dello scrittore Vázquez Montalbán, alle prese con alcuni casi che ruotano intorno al rapporto padre/madre -figlio/a. Perfetti per cominciare a prendere contatto con il mondo irresistibile di Carvalho, i racconti hanno uno stile tragicomico e amaro, sono scritti con la consueta maestria di Montalban e analizzano in modo acuto i rapporti genitoriali e filiali con l’intreccio giallo sempre sullo sfondo. Senza dimenticare le deliziose ricette tanto amate dall’ispettore! I racconti sono letti da Alessandro Budroni e hanno una durata di poco più di 4 ore.

Nel nome del figlio: L'adolescenza raccontata da un padre e da un figlio

Autore:
Massimo Ammaniti, Niccolò Ammaniti
Narratore:
Dario Maria Dossena
Lunghezza:
6:45
versione integrale

Un adolescente che affronta le difficoltà tipiche di quest’età e ne racconta desideri, paure, delusioni; la ricerca di un’identità propria e di gruppo, i cambi fisici, l’incertezza del futuro, sono tutte esperienze che tutti noi abbiamo vissuto in modo più o meno traumatico. A commentare le testimonianze del giovane Niccoló c’è il padre Massimo, psicoterapeuta, che cerca di fare luce sulle ragioni del figlio mettendo però a nudo allo stesso tempo i suoi dubbi di genitore. Un botta e risposta nel quale il papà aiuta non solo il ragazzo a trovare la sua strada, ma ne cerca una anche per se stesso. Un ascolto godibile e rivelatore sia per genitori che per figli, che ha nell’alternanza tra le due voci la sua formula vincente.