Audiolibri antirazzisti

PostBlogIt razzismo metafora
12.06.20

Vuoi darti da fare per combattere le ingiustizie razziali ma non sai da dove cominciare? Ascolta e condividi questi titoli che educano a una mentalità antirazzista.

I brutali omicidi di George Floyd, Ahmaud Arbery, Breonna Taylor e tanti altri che non sono stati ripresi da una telecamera e non otterranno probabilmente mai giustizia, hanno aperto gli occhi alla società civile statunitense e mondiale sul terribile fenomeno dei crimini razziali e del problema della violenza perpetrata dalla polizia verso le persone di colore. Pensare che questo sia un problema solo americano è un errore, perché la società italiana non può dirsi immune da episodi gravi di razzismo e da un modo di pensare purtroppo ancora molto diffuso che normalizza la discriminazione verso chiunque sia considerato diverso. Lo dimostrano lo scarso interesse verso le morti dei migranti nel Mediterraneo negli ultimi anni, ma anche fatti gravissimi come le minacce alla senatrice a vita sopravvissuta ad Auschwitz Liliana Segre.

Nonostante le storie che scegliamo di ascoltare siano solo una piccola parte dell'equazione, crediamo che il cambiamento possa iniziare dalla conoscenza di storie che aprono a prospettive nuove e permettono di capire meglio il contesto in cui viviamo. Sia che tu voglia acquisire una comprensione più profonda della storia del razzismo in America, essere un alleato a fianco di chi lotta per i propri diritti, imparare a parlare ai tuoi figli del razzismo o semplicemente vedere la tua esperienza vissuta riflessa e convalidata, questi sono alcuni degli ascolti che possono esserti utili. Ricorda che si tratta solo di un piccolo passo nell’ambito di un percorso che comprende la promozione di un dibattito schietto, l’attivismo e la ricerca di soluzioni reali.

Il razzismo spiegato a mia figlia

Autore:
Tahar Ben Jelloun
Narratore:
Ascanio Fiori
Lunghezza:
6:59
versione integrale

Lo scrittore e poeta marocchino Tahar Ben Jelloun, l’autore di lingua francese più tradotto al mondo, è conosciuto soprattutto per essersi occupato spesso e in profondità di immigrazione e razzismo; in questo saggio risponde alle domande della figlia di 10 anni che, dopo aver assistito con lui a una manifestazione contro le campagne discriminatorie del ministro De Gaulle, chiede al padre di spiegarle cosa sia il razzismo. Ma come sempre succede con i bambini, curiosi per natura, e con i concetti difficili, dalla domanda “dimmi babbo cos’è il razzismo?” ne scaturiscono tante altre a cui non è affatto semplice rispondere: cosa sono la razza, la diversità somatica, l’odio, la guerra, il genocidio… un audiolibro da ascoltare in famiglia, per smascherare pregiudizi e credi dei grandi ed educare i più piccoli a un mondo giusto.

Il buio oltre la siepe

Autore:
Harper Lee
Narratore:
Alba Rohrwacher
Lunghezza:
12:19
versione integrale

Non si può comprendere quello che sta succedendo oggi negli Stati Uniti se non si conosce la storia di questo Paese. Una Paese dove la segregazione razziale è stata abolita per legge solo negli anni ‘60, ma persiste di fatto ancora oggi, e dove chi ha cercato di lottare per i diritti degli afroamericani come Martin Luther King o Malcolm X è stato brutalmente assassinato. Una storia insomma profondamente razzista, come testimonia questo romanzo divenuto di culto. Il buio oltre la siepe, pubblicato nel 1960 e ambientato da Harper Lee nell’Alabama degli anni ‘30, racconta la storia di un bracciante nero accusato ingiustamente di violenza sessuale nei confronti di una ragazza bianca, e di come l’avvocato Atticus Finch riesca a dimostrare la sua innocenza. Dal libro è stato tratto un film di successo nel 1962, e per capire l’enorme impatto del romanzo sulla società americana basti pensare che Obama lo ha consigliato come lettura antidoto al razzismo. Di Harper Lee su Audible è disponibile anche l’ultimo romanzo del 2015:

Va' metti una sentinella

Autore:
Harper Lee
Narratore:
Elena Radonicich
Lunghezza:
8:04
versione integrale

Perché la Razza: Perché 15

Autore:
Guido Barbujani
Narratore:
Guido Barbujani
Lunghezza:
0:37
Serie:
Perché

Guido Barbujani, insegnante di genetica all’università di Ferrara, approfondisce in mezz’ora di chiacchierata il concetto di razza. Perché oggi continuiamo a parlare di razze umane, si chiede l’autore, se in 2 secoli e mezzo nei quali si è cercato di stabilire quali e quante sono, gli scienziati non sono mai riusciti a mettersi d’accordo? Oltretutto, oggi possiamo studiare a fondo il genoma delle persone, e analizzando migliaia di DNA umani non siamo mai riusciti a trovare le linee di separazione che dividono un gruppo dall’altro. Se le razze umane non esistono, esiste però il razzismo, ed è fondamentale capire da dove nasce per porsi le domande giuste. L’autore parla ad esempio delle leggi razziali approvate in Italia nel 1938, di come i fascisti decisero a tavolino chi erano gli “italiani veri”, utilizzando uno strumento di propaganda chiamato il “decalogo degli scienziati razzisti”. Barbujani ci parla anche di come nella storia, fin dai tempi dei greci, si è sempre creduto che i normali fossimo noi e non gli “altri”, e di come questa visione dualistica sia arrivata fino ai giorni nostri. Un documento prezioso per riflettere sul malessere sociale contemporaneo.

Indovina chi viene a cena? - Il diritto di amare: Fred

Autore:
Michele Dalai, Guido Bertolotti, Danilo Di Termini
Narratore:
Michele Dalai
Lunghezza:
0:43
Serie:
Fred

Parte del podcast originale Audible Fred, dedicato alle biografie di donne e uomini straordinari, questo episodio racconta la storia dell’attore afroamericano Sidney Poitier, indimenticabile attore di due film degli anni ‘60 che segnarono la cultura antirazzista negli Stati Uniti: Indovina chi viene a cena e La calda notte dell’ispettore Tibbs. Nato a Miami da una modesta famiglia originaria delle Bahamas, Poitier si trasformerà in una delle star di Hollywood più acclamate, oltre che nel primo attore protagonista di colore ad essere insignito dell’Oscar. Michele Dalai ti fa conoscere più da vicino questo grande interprete, i due film e gli altri attori che li interpretarono.

12 anni schiavo

Autore:
Solomon Northup
Narratore:
Lorenzo Loreti
Lunghezza:
8:30
versione integrale

Questo romanzo raccontato in prima persona narra la storia vera dell’autore, Solomon Northup, uomo libero diventato schiavo; ingannato da sconosciuti, venduto sul mercato degli schiavi e per 12 anni vittima di soprusi e ingiustizie da parte di vari padroni, ma sempre in lotta per conservare la sua dignità. Lo schiavismo appare oggi come una pratica disumana, ma la tratta di uomini e donne provenienti dall’Africa era completamente legale nell’America del Sud del XVIII e XIX secolo; persone costrette a lavorare 15 ore al giorno, senza essere pagate, sistematicamente picchiati o uccisi. Un’altra opera significativa per capire come è stata costruita l’America di oggi, anche con il sangue degli altri, e per riflettere sui danni che può fare la cattiveria umana. Un romanzo toccante che lascia il segno.

Il coniglio Hitler e il cilindro del demagogo

Autore:
Moni Ovadia
Narratore:
Moni Ovadia
Lunghezza:
4:06
versione integrale

L’attore e scrittore Moni Ovadia firma un breve saggio istruttivo, divertente e dissacrante, che ha l’obiettivo di colpire al cuore la demagogia, il nazionalismo e il razzismo, partendo dal racconto della verità storica sul popolo ebraico e dalla spiegazione della sua cultura, per poi smascherare le moderne dittature e gli imitatori contemporanei di Hitler. Grazie al sottile senso dell’umorismo di Moni, alle sue sterminate conoscenze storiche e al coraggio di denunciare e criticare ciò che altri negano, l’ascolto sorprende e arricchisce tra una riflessione e una risata.

La ferrovia sotterranea

Autore:
Colson Whitehead
Narratore:
Anna Foglietta
Lunghezza:
10:13
versione integrale

Questo romanzo è valso a Colson Whitehead il Premio Pulitzer e il National Book Award e lo ha consacrato come “il narratore d’America”, capace di far conoscere ai lettori la storia americana in modo inedito e potente. In questo caso l’autore ne racconta un capitolo terribile, quello della schiavitù, senza censure. Cora è una ragazza che vive da schiava in una piantagione della Georgia, subendo abusi e ingiustizie quotidiane. Un giorno decide di tentare la fuga utilizzando quella che si chiama “la ferrovia sotterranea”, una rete di relazioni e aiuti che gli abolizionisti mettevano al servizio dei neri che volessero scappare. Whitehead la immagina però come una vera e propria ferrovia che conduceva al sicuro gli schiavi lungo binari sotterranei. Un altro pezzettino di verità da aggiungere al proprio bagaglio culturale per la comprensione della frattura sociale ancora aperta nella società americana.

Non sono razzista, ma...: La xenofobia degli Italiani e gli imprenditori politici della paura

Autore:
Luigi Manconi, Federica Resta
Narratore:
Oliviero Cappellini
Lunghezza:
4:52
versione integrale

Quante volte hai sentito questa frase pronunciata da qualcuno come introduzione a una considerazione o lamentela che di razzista aveva tutto? Tutti noi tendiamo ad autoassolverci dai nostri peccati e ad essere indulgenti con noi stessi, pensando sinceramente che il razzismo sia una malattia che non ci può toccare; salvo poi nella vita quotidiana trattare con leggerezza, disinteresse o addirittura approvazione i comportamenti xenofobi che ci circondano. In questo saggio il sociologo Luigi Manconi e l’avvocato Federica Resta ci mostrano come il razzismo sia stato ormai stato sdoganato nella società italiana e come si siano “normalizzate” cose che fino a poco tempo fa sarebbero state censurate.

L'uomo bianco

Autore:
Ezio Mauro
Narratore:
Ezio Mauro
Lunghezza:
3:48
versione integrale

Ispirandosi a un fatto di cronaca del febbraio 2018 (quando Luca Traini provocò una sparatoria nel centro di Macerata prendendo di mira persone di colore a caso), e inserendosi in un contesto nel quale gli episodi a sfondo razzista o i crimini con movente di odio razziale si stanno moltiplicando in modo preoccupante, il giornalista Ezio Mauro analizza le ragioni che hanno portato al clima odierno di odio verso gli immigrati. L’ex direttore de La Stampa e La Repubblica firma un saggio lucido, preciso, profondo, che scava nella situazione italiana e avverte dei pericoli in agguato se non si prova a cambiare le cose.

Se questo è un uomo

Autore:
Primo Levi
Narratore:
Roberto Saviano
Lunghezza:
5:41
versione integrale

Uno dei libri più importanti del nostro tempo, Se questo è un uomo è un ascolto fondamentale per chiunque voglia comprendere fino a dove possono spingersi l’odio razziale e la follia. Sembra incredibile che l’umanità si possa dimenticare di un crimine tale come quello dell’olocausto, ma la realtà è che restano ormai pochi sopravvissuti ai campi di concentramento ancora in vita, e il rischio è che con loro se ne vadano anche testimonianze fondamentali per ricordare e non ripetere gli stessi errori. Primo Levi ad Auschwitz c’è stato ed è riuscito a sopravvivere, ma l’orrore che ha vissuto, la “demolizione di un uomo” che non si può a descrivere a parole, quella non lo ha abbandonato fino alla fine dei suoi giorni. Roberto Saviano legge un’opera intensa e emozionante che dovrebbe essere conosciuta da tutti.

Razzismo: aggressioni e propaganda: Rep Digest 2

Autore:
Fabio Tonacci, Sebastiano Messina, Lavinia Rivata, Francesco Merlo, Mario Calabresi
Narratore:
Daria Esposito, Matteo De Martino, Tommaso Mor
Lunghezza:
0:31
Serie:
Rep Digest 1-50

Una raccolta di articoli di Repubblica, scritti da vari cronisti e opinionisti e letti da tre narratori, che analizzano l’escalation di episodi di razzismo in Italia durante il 2018. Il contesto e i dettagli dietro le aggressioni a sfondo razziale, il comportamento dei politici di fronte a questi fatti, che in alcuni casi si trasforma in silenzio, i commenti sulla situazione di un’autorità religiosa come il cardinale Bassetti e un’interpretazione del perché gli italiani siano diventati più razzisti.